Salta al contenuto principale

News

Russamento, insonnia e scarse ore di sonno come influiscono negativamente sulla salute e la qualità della vita

06/08/2021 - 11:38 am - Apnee Notturne
OSAS

Russamento e disagi relazionali 

Il russamento è un rumore rauco prodotto da naso e gola durante il sonno. In Italia ne soffrono circa il 60% degli uomini e il 40% delle donne, si tratta quindi di un disturbo del sonno abbastanza comune. Il russare può essere legato a diversi sintomi come sonno interrotto, respiro affannoso e sensazione di soffocamento con conseguente sonnolenza eccessiva durante il giorno e mal di testa. 

Il suo rumore tipico è provocato dal fremito dei tessuti molli nella gola come la parte posteriore del palato, il cosiddetto palato molle: questo poiché durante il sonno avviene un diffuso rilassamento dei muscoli, fenomeno che può anche restringere le vie aeree superiori, incrementando così il fremito. 

Russare può avere un impatto rilevante sulla socialità, causando tensione fra la persona che ne è affetta e coloro con i quali condivide il letto o la stanza durante il sonno. Oltre a questo, se la qualità del sonno è ridotta a causa delle Apnee Ostruttive del Sonno, di cui il russamento può essere sintomo o precursore, anche la qualità della vita sessuale ne risente. Infatti, in presenza di casi di apnea notturna severa e quindi di sonno scarso o di bassa qualità, possono presentarsi disturbi sessuali come la riduzione della libido e la disfunzione erettile.

Insonnia 

Con la parola insonnia si indicano insufficiente durata e ridotta continuità del sonno, associate anche a una soggettività di scarso ristoro derivante dal sonno notturno. Un individuo è quindi definito insonne non solo se dorme poco ma soprattutto se non riesce a raggiungere un ristoro sufficiente allo svolgimento delle sue funzionalità sociali e lavorative durante il giorno. Secondo il Journal of Psychopathology, sono oltre 10 milioni gli italiani che soffrono di questa patologia, diffusa soprattutto tra le donne. 

Questa malattia del sonno è la conseguenza di diverse condizioni patologiche psichiche oppure fisiche, ma può anche essere il risultato di cattive abitudini alimentari, stress o particolari ritmi di vita presentandosi difficilmente come malattia primaria del sonno. 

L’insonnia può portare un vero disagio nelle attività quotidiane causando sonnolenza, depressione, disturbi di concentrazione e irritabilità. In molti casi l’insonnia può anche diventare cronica e influire in modo significativo sulla qualità della vita con ripercussioni sociali importanti, in grado a volte di perpetuare il disturbo stesso. Anche per l'insonnia, come per altre patologie croniche, entrano in gioco diversi fattori indipendenti da quelli che hanno causato il disturbo, che vanno quindi individuati e analizzati per essere adeguatamente affrontati dal punto di vista terapeutico.

Tags: Conseguenze sulla salute Salute