Salta al contenuto principale

Chi ha bisogno della
ventilazione ?

La ventilazione meccanica si rivolge a pazienti con patologie respiratorie croniche. Ma cos’è un ventilatore? E quando si usa?

Cos’è un ventilatore?

Il ventilatore meccanico è uno strumento che sostituisce o supporta la funzione dei muscoli respiratori fornendo l’energia necessaria ad assicurare adeguato flusso, pressione e volume di gas negli alveoli durante l’inspirazione.

La ventilazione meccanica

La ventilazione meccanica è indicata quando gli sforzi respiratori spontanei del paziente non sono in grado di sostenere un’adeguata ventilazione alveolare.

Tale trattamento viene impiegato per aiutare il paziente a ripristinare in modo stabile i normali livelli di ossigeno e anidride carbonica nel sangue arterioso (soprattutto durante le ore notturne).

Per evitare i frequenti ricoveri in ospedale a cui un paziente con patologie respiratorie croniche è spesso sottoposto, la ventilazione meccanica può essere effettuata anche al domicilio

Le principali condizioni patologiche

Sono due le principali condizioni patologiche che richiedono il trattamento con i ventilatori polmonari:

1. l’insufficienza respiratoria: si verifica quando i valori di ossigeno nel sangue arterioso sono inferiori rispetto a quanto normalmente avviene in un individuo sano. Tale patologia è causata più di frequente da malattie che coinvolgono le strutture del polmone e della gabbia toracica, come:

  • malformazioni della gabbia toracica (cifoscoliosi)
  • malformazioni del polmone (esiti della tubercolosi)
  • malattie muscolari sistemiche (miopatie congenite)
  • malattie neuromuscolari (distrofia muscolare di Duchenne)
  • ecc. 

2. l’insufficienza ventilatoria: provoca l'innalzamento sopra valori fisiologici dell’anidride carbonica nel sangue arterioso. Tale condizione dipende quindi da un inefficiente meccanismo di pompa del sistema respiratorio e può o meno essere associato ad uno stabile calo di ossigeno arterioso. L’insufficienza ventilatoria è causata da malattie ostruttive delle vie aeree, come:

  • Broncopneumopatia cronica/ostruttiva (BPCO)
  • Enfisema Polmonare
  • Fibrosi Cistica
  • Bronchiectasie

Cosa succede quando respiri?

Scopri il meccanismo della respirazione e la causa dell'insufficienza respiratoria

L’apparato respiratorio, composto da vie aeree superiori (naso, bocca, laringe e faringe) e vie aeree inferiori (bronchi e polmoni), funziona come un soffietto (pompa) che poggia su un muscolo chiamato diaframma. Il diaframma ha la funzione di coordinare i movimenti del soffietto per introdurre aria e ossigeno.

 

se il polmone è sano e il diaframma è sano se il pomone è malato il diaframma è ipersollecitato se il polmone è sano ma il diaframma è malato

il soffietto è perfettamente funzionante

dunque la funzione è normale

il soffietto è spinto oltre le proprie possibilità

si verifica insufficienza respiratoria

il soffietto si muove poco e lentamente

si verifica insufficienza respiratoria

 

Scopri di più su...