Salta al contenuto principale

Media

View

Contatti

View

Accesso Rapido

Domande e risposte

Perché russo di notte?

Durante il sonno, i muscoli che controllano la lingua e il palato molle, e che consentono di mantenere aperte le vie aeree tendono a rilassarsi. Di conseguenza, le vie aeree diventano più strette bloccando parzialmente il passaggio dell’aria. In tal modo, le parti mobili poste lungo le vie respiratorie (per esempio, palato molle e ugola), vibrano nel momento in cui una persona cerca di respirare, generando il tipico rumore del russamento.

Nel caso in cui, più volte, nel corso della notte, il flusso d’aria si riduca completamente (apnee) o parzialmente (ipopnee) per almeno 10 secondi, si parla di Sindrome delle Apnee Ostruttive. Durante queste pause del respiro, il paziente, sempre dormendo, si sforza di riprendere a respirare. Molto spesso, però, per ripristinare la respirazione, è necessario che sia il cervello ad inviare un “segnale d’allarme”: il paziente, in questo modo, si risveglia e torna a respirare normalmente.

Paziente sano Paziente con OSAS

Scopri di più su cause, rimedi e conseguenze del russamento.